Tag

, ,

Anche Mortara e la Lomellina sono in prima fila per la costituzione del Parco naturale del fiume Sesia. Il congresso costitutivo promosso da Italia Nostra è in programma venerdì, alle 15, a Varallo Sesia: vi parteciperà anche la sezione della Lomellina con quelle di Novara, Vercelli-Val Sesia e Alessandria. Al centro dell’appuntamento interregionale ci sarà la presentazione delle relazioni illustrate da Italia Nostra nei convegni di Varallo (2006), Palestro (2007) e Alagna Val Sesia (2014).

«Con il convegno di venerdì – anticipa Giovanni Patrucchi, presidente della sezione della Lomellina – si vuole ribadire la proposta di istituire, così come avvenuto negli anni Settanta per il Ticino, il Parco naturale del Sesia lungo tutta l’asta fluviale dalla sorgente alla confluenza nel Po, ampliando e collegando le aree naturali protette già esistenti».

Il Sesia, nella discesa dal monte Rosa al Po, bagna diversi Comuni lomellini e rappresenta il confine amministrativo fra Piemonte e Lombardia. A Palestro devia parte delle acque al Roggione di Sartirana, ma riceve quelle in esubero dallo scaricatore Busca-Biraga. Riceve i torrenti Marcova e Bona e confluisce nel Po fra Candia e Breme.

«Lusinghiero ma insufficiente – aggiunge Patrucchi – ci sembra l’esito dei tre convegni promossi da Italia Nostra: adesso occorre che tutte le istituzioni pubbliche e anche private, le amministrazioni locali, la Soprintendenza regionale e, soprattutto, la Regione Piemonte si sentano corresponsabilizzate e coinvolte. Oggi Italia Nostra ritiene che vi siano le condizioni per raggiungere l’obiettivo e rilancia la proposta sulla base del Testo unico sulla tutela delle aree naturali e della biodiversità».

Annunci