Tag

, , ,

curContinua l’azione del gruppo Incipit dell’Accademia della Crusca nell’individuazione di anglicismi incipienti, degli anglicismi cioè che hanno già un buon livello di diffusione e che, tuttavia, non hanno ancora preso piede nel parlato degli Italiani. Questa volta è il turno di una serie di anglicismi utilizzati da diverse istituzioni universitarie italiane.
In un comunicato il gruppo Incipit ha invitato i rappresentanti delle istituzioni universitarie a riflettere sul rischio che questa «fitta terminologia aziendale anglicizzante venga applicata in maniera forzosa e sia esibita per trasmettere un’immagine pretestuosamente moderna dell’istituzione universitaria, lasciando credere agli utenti e agli operatori professionali che i termini tecnici inglesi siano privi di equivalenti nella lingua italiana, cosa che appare falsa».
In particolare, il gruppo di studiosi ha individuato diversi anglicismi di recente diffusione e ha invitato i rappresentanti delle istituzioni universitari a utilizzare i corrispettivi in lingua italiana. Alcuni di questi anglicismi sono “analisi on desk” (analisi preliminare o analisi a tavolino), “benchmark” (parametro di riferimento) “tool” (strumento) e “student satisfaction” (soddisfazione dello studente).
“Si può aggiungere alla lista – ha concluso il gruppo Incipit nel comunicato – anche il nome di una cerimonia quale il graduation day o “festa dei laureati”, una festa che riproduce riti esteriori privi di radicamento nella tradizione universitaria italiana, che ci mostra succubi rispetto a modelli anglosassoni, al di là delle differenze di organizzazione, di vocazione, di gestione, di significato sociale e di metodo che distinguono i due sistemi educativi”.

http://informalingua.com/index.php/item/618-crusca-condanna-abuso-di-anglicismi-nelle-universita-italiane

Annunci