Il Canale Cavour compie 150 anni

sergio_mattarella
Sergio Mattarella a Vercelli per il 150° anniversario del Canale Cavour

«Il Canale Cavour è un’opera ciclopica, che da un secolo e mezzo garantisce lo sviluppo di un settore importante come quello risicolo. Ma oggi più che mai è necessario un oculato investimento in forme di agricoltura sostenibile». Così sabato 24 settembre il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha celebrato il 150esimo anniversario della costruzione del canale che bagna le risaie del Vercellese, del Novarese e, grazie a una fitta rete di canali secondari, l’intera Lomellina. La visita ufficiale del capo dello Stato è stata organizzata dalla Coutenza Canale Cavour, formata dalle associazioni d’irrigazione Est Sesia, competente per la Lomellina e per il Novarese, e Ovest Sesia.  Continua a leggere “Il Canale Cavour compie 150 anni”

Annunci

Scegliere il classico nell’era dei “mi piace”

di Roberta Romussi, professoressa di Latino e Greco al liceo “Carducci” di Milano Faccio l’appello in Aula magna e su per le scale. Per loro: scuola nuova, primo giorno della prima Liceo, scale nuove, facce nuove. Per me: la mia scuola, scale mille volte salite e scese, ennesimo primo giorno del Liceo classico da sempre, facce nuove. Quindi la prima cosa è la faccia: su questo siamo tutti nuovi e questo sarà oggi il principale terreno di confronto. Iniziamo coi saluti e le presentazioni di tutti i professori della classe; comincio io, la Coordinatrice. Racconto loro la storia dell’archeologo Manolis Andronikos, … Continua a leggere Scegliere il classico nell’era dei “mi piace”

Bellezza e logica: il latino piace alle imprese

fdhgfhdi Antonio Calabrò

La bellezza, come essenziale caratteristica dei prodotti dell’industria italiana, la loro migliore leva competitiva: il design, originale sintesi di qualità estetiche e funzionalità. E dunque la cultura, con le sue radici e il suo futuro, come strumento di sviluppo. Ragiona proprio di questo, il Rapporto 2016 “Esportare la dolce vita / Il bello e ben fatto italiano nei nuove mercati“, curato dal Centro Studi Confindustria e da Prometeia e pubblicato alla fine di aprile. E proprio in un tale contesto, di crescente consapevolezza della qualità distintiva della nostra cultura, va considerato un altro fenomeno di cui si ricomincia a discutere: l’importanza di studiare bene (o di ricominciare a studiare) il latino. Continua a leggere “Bellezza e logica: il latino piace alle imprese”