La Via Francigena fra battesimi inglesi e conversioni finlandesi

«Nel 2011 a Mortara sono passati due giornalisti di Saint’Etienne, con un mulo di nome Ottavio che nella notte ha rasato il prato. Avevano un carrettino plastificato, in cui trasportavano le figlie di quattro e due anni e la più piccolina di sette mesi, che succhiava ancora il latte della mamma».

Sant’Albino, abbazia carolingia lungo la Via Francigena

Dal capitolo “Il loco della pugna Mortara nominaro” del mio libro Fatti d’arme e condottieri in Lomellina. Duemila anni di battaglie Parte quarta (e ultima) A questo punto, tutti concordano sul fatto che la leggenda prevale sulla storia documentata. Oppure c’è ancora qualcuno che si ostina a credere nel racconto medievale che suscita così tanti entusiasmiContinua a leggere “Sant’Albino, abbazia carolingia lungo la Via Francigena”

Mortara ritorna capitale della Lomellina

Per tre giorni Mortara si riapproprierà dello status di capoluogo della Lomellina, che tenne per quasi un secolo e mezzo all’interno del Regno di Sardegna. L’occasione è fornita dalla Sagra del salame d’oca, giunta alla 53esima edizione e promossa dal Comitato Sagra, dal Comune e dall’Ascom. Tre i capisaldi della manifestazione: la 49esima Mostra provincialeContinua a leggere “Mortara ritorna capitale della Lomellina”

«Mortara città ferita, restituiteci la reliquia»

«Mortara è una città ferita: chiedo ai ladri di ripensarci e di restituire la reliquia all’abbazia di Santa Croce». Il sindaco Marco Facchinotti si fa interprete dello sconcerto suscitato in città dal furto della scheggia di legno della Vera Croce su cui morì Gesù Cristo, che era conservata in una teca di vetro nell’altare maggioreContinua a leggere “«Mortara città ferita, restituiteci la reliquia»”

Rubata a Mortara la reliquia della Vera Croce

La reliquia della Vera Croce conservata nell’altare maggiore dell’abbazia di Santa Croce di Mortara è stata rubata. La scheggia di legno della croce su cui morì Gesù Cristo è stata trafugata una decina di giorni fa, ma il parroco don Gianluigi Repossi ne ha dato notizia dal pulpito solo domenica scorsa, al termine della messa.

Pellegrini a Sant’Albino di Mortara

L’abbazia carolingia di Sant’Albino, a Mortara, è visitata da pellegrini di tutto il mondo, perfino del Giappone, e di varie fedi oltre alla cattolica. Dall’inizio dell’anno il rettore padre Nunzio De Agostino e la custode Franca Beneventi hanno accolto circa 500 viaggiatori sull’antico percorso della Via Francigena da Canterbury a Roma.