I lomellini alle Cinque giornate di Milano

Nel 1848 gli ideali risorgimentali sono diffusi in Lomellina, in particolare, dal mortarese Giovanni Josti, deputato al Parlamento Subalpino e consigliere della Divisione di Novara, e dal prevosto Giuseppe Robecchi, di origini gambolesi, parroco per un quarto di secolo a Vigevano. Poi sono da citare il nobile Giacomo Plezza, nato a Cergnago nel 1806, senatore,Continua a leggere “I lomellini alle Cinque giornate di Milano”

Ara pacis, la romanità al suo apice

“Quando tornai a Roma dalla Gallia e dalla Spagna, sotto il consolato di Tiberio Nerone e Publio Quintilio, portate felicemente a termine le imprese in quelle province, il Senato decretò che si dovesse consacrare un’ara alla Pace augustea nel Campo Marzio e ordinò che in essa i magistrati, i sacerdoti e le vergini vestali celebrasseroContinua a leggere “Ara pacis, la romanità al suo apice”

Un bene comune con l’aiuto dei privati

Intervista ad Andrea Carandini, presidente del Fondo per l’ambiente italiano, di Valentina Porcheddu (Il Manifesto – 21 gennaio 2016) «Abbiamo delle ottime istituzioni e delle buone leggi, anche se quest’ultime si sono concentrate sulla conservazione, e sulla valorizzazione non c’è quasi niente. Invece, la valorizzazione è il segreto della tutela. Perché se si gestisce bene unContinua a leggere “Un bene comune con l’aiuto dei privati”

Annibale e Scipione al Ticino

Quinta e ultima parte Don Calvi scrive alla metà del XIX secolo, ma il suo lavoro uscirà postumo nel 1874, sei anni dopo la morte. Nel 1881 un altro sacerdote, il vigevanese Antonio Colli, dà alle stampe Ricerche storiche sulla Lomellina, in cui fa rilevare una presunta discrepanza nel testo liviano. In un’edizione del XXIContinua a leggere “Annibale e Scipione al Ticino”

Annibale e Scipione al Ticino

Parte quarta E qui il nostro interesse si ferma perché ci troviamo già nell’attuale provincia di Piacenza. Ora dobbiamo capire dove si svolse la battaglia del Ticino. Mi pare che negli ultimi due secoli si siano accavallate le teorie più disparate e contraddittorie. Ogni storico o studioso di storia locale pretendeva, come segno di incondizionatoContinua a leggere “Annibale e Scipione al Ticino”

Un Asburgo-Lorena fra le risaie della Lomellina

«Non potevo che vivere qui in Lomellina, fra queste zanzare e queste nebbie, che sono di certo affascinanti. In Lomellina, dove mio nonno Amedeo coltivava il riso». L’arciduca Martino d’Austria, esponente della famiglia Asburgo-Lorena, parla del suo rapporto con la terra delle risaie che ha imparato ad amare grazie a suo nonno materno, Amedeo diContinua a leggere “Un Asburgo-Lorena fra le risaie della Lomellina”