Alla scoperta delle antichità romane in Lomellina

Oggi sulla Provincia pavese ci sono due servizi: un ponte sull’antica via romana a Gravellona Lomellina e la seconda puntata di Sparvara, con Borgofranco, due borghi sommersi dal Po.

Provincia

Pubblicato da Umberto De Agostino

Giornalista (quotidiano La Provincia pavese e settimanale Informatore lomellino) e direttore dell'Ecomuseo del paesaggio lomellino. Già autore per Fratelli Frilli Editori (Il brigante e la mondina, La contessa nera, Manzoni e la spia austriaca).

Una opinione su "Alla scoperta delle antichità romane in Lomellina"

  1. E’ ben specificato che il ponte di Gravellona sorge sull’antica via romana ma è del XIX secolo circa.
    Lo si può stimare dalla fattura, dalla tipologia e dimensione dei mattoni utilizzati.
    Una lastra romana reimpiegata è parte di un ponticello a pochi metri da questo, ma per ora non è stato citato nell’articolo.
    Siamo, infatti, in attesa dei permessi per effettuare valutazioni precise dell’area Cascina Barzo.
    Ritengo doveroso aver appuntato la questione. Un saluto a voi tutti e buon lavoro.

    Zagato Stefania, collaboratrice associazione di volontariato speleo archeologica TESES – Vercelli.

    https://www.facebook.com/luigi.bavagnoli.e.i.teses/timeline

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: